domenica 6 febbraio 2011

La magrezza di Brandon Ray

Uno dei motivi che mi ha spinto a tornare è stata una email: il fotografo Ronald Riqueros (le cui opere abbiamo conosciuto qui) mi ha scritto proponendomi un nuovo servizio in anteprima.
E come potevo fare lo gnorri davanti a una prova di stima verso il mio blog? 



Il modello si chiama Brandon Ray. Probabilmente non rappresenta un ideale di bellezza universale, ma possiede il fascino un po' emaciato da poeta maledetto.

Lo vedrei bene in una di quelle serie vampiresche che vanno per la maggiore in questi anni (e di cui io sono grande fan, ovviamente).



Anche perché, su una base decisamente esile, il buon Brandon sfoggia delle interessanti sodità muscolari.


Volendo essere pignoli, magari sarebbe il caso di dare una leggera sfoltita a quelle sopracciglia.


Andando poi ad analizzare il corpo di Brandon nella sua interezza, si coglie un elemento che vale tutta la maialosità di Brandon...




Mi riferisco alla perfetta linea dello stacco tra schiena e chiappa, che pare disegnata da Leonardo.


Il vitino da vespa preannuncia una chiappa che, anche se vista solo di scorcio, pare essere molto interessante. 


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...