venerdì 25 giugno 2010

Francisco Lachowski a Milano

Chiariamo subito che, per quanto abbia aguzzato la vista, non sono riuscito a vedere Francisco Lachowski in giro per Milano. Di modelli ne ho visti a iosa, alcuni gnocchi, altri un po' meno, ma di lui nessuna traccia.
Non mi resta che raccontare la sua settimana milanese attraverso le immagini delle sfilate a cui ha partecipato.


Eccolo quindi sfilare per, in ordine, Dolce e Gabbana, DSquared2, Byblos e Roberto Cavalli.

Salvatore Ferragamo l'ha fatto sfilare con due outfit da ragazzino bonton. Apprezziamo soprattutto l'all white.


Per Daniele Alessandrini è invece un tripudio di grigio. Vado matto per la maglia semi-trasparente dell'ultimo scatto: non me la metterei mai, ovvio, ma su Franceschino sta a meraviglia.


Ed è grigio anche per Giorgio Armani, con l'aggiunta di un tattoo sul braccio: col capello leccato sembra pure più grande.


Sapore un filo nazista sempre per Armani, con un leather all black.


E, siccome non vi faccio mai mancare nulla, ecco alcuni scatti dal backstage di Armani.


Qui sembra abbastanza perplesso del disegno sul braccio. Per la serie: "Quand'è che me lo posso levare?". Come dargli torto...


Chiudo con due scatti dalla sfilata più "pazza" a cui Francisco ha preso parte: manco a dirlo, stiamo parlando di Madame Vivienne Westwood.


Giuro che stentavo a riconoscerlo. Sta malissimo con quella parrucca.
Caro Francisco, stavolta è andata così. Ma spero che la prossima volta che tornerai a Milano potremo incontrarci almeno per un aperitivo. Per puro interesse giornalistico, ovviamente.



Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...