giovedì 13 maggio 2010

Spippando nel blog di di Zedneram

Come ben sapete, mi capita spesso di passare il mio tempo a consultare i blog di qualche fotografo. Oggi è stato il turno del collettivo Zedneram, di cui ho raccolto gli scatti più interessanti.


In difesa del multiculturalismo, Zedneram ha fotografato modelli di differenti etnie, accomunati da un unico elemento: la gnoccheria.

Dopotutto, il loro motto è: Beauty is relative. Beauty is difference. Beauty is unknown.


Iniziamo con qualche primo piano allargato. Molto intensi, riescono a catturare la sensualità degli sguardi, delle espressioni (e dei pettorali) di questi maiali più o meno giovani.


Nell'intento di celebrare la bellezza universale, Zedneram non poteva di certo esimersi dal catturare la bellezza universale della chiappa. Eccone alcune di profilo...


...e altre a tutto tondo. Quelle dell'ultimo scatto sono da levare il fiato.


Dal lato posteriore a quello frontale: di varie forme e dimensioni, a ognuno il suo preferito.


Chiudo con due strepitosi scatti di questo modello di cui - ahimé - non conosco il nome. Tanta roba. Sotto ogni aspetto.


Sul blog ho trovato anche qualche scatto di una nostra vecchia conoscenza. Ma dedicherò un post a parte. Molto presto.


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...