mercoledì 12 maggio 2010

I maiali brasiliani di Ronaldo Gutierrez

300 post ed è quindi tempo di una nuova retrospettiva, dedicata questa volta alla maialosità brasiliana: il fotografo di oggi è infatti Ronaldo Gutierrez di São Paolo. Città che, solo a sentirla nominare, mi apre un universo di maiali saltellanti e gustosi gnocchi da assaporare da ogni prospettiva.


È inutile, in fatto di gnoccheria, nessuna nazione sarà mai all'altezza del Brasile.

Ecco due scatti simili, con addominali ben in vista e drappi che coprono pudicamente le zone più calde.


Tra tutte le foto che ho scorso di Ronaldo, mi hanno particolarmente colpito due modelli. Il primo si chiama Rogerio.


Un gran pezzo di manzo brasiliano. Io me li figuro tutti come lui.


L'altro modello si chiama invece Armando. Partiamo dai due scatti che suggeriscono - senza svelare troppo - la fisicità dirompente del modello


Ed eccolo invece in uno scatto a figura intera.


Il viso non è niente male, ma la chicca di Armando è il corpo: assolutamente strepitoso.


E fortunatamente Ronaldo ce lo mostra per bene!


Anche con un piccolo accenno di birillo, che non guasta mai.


Riprendo la panoramica sull'opera di Gutierrez con qualche scatto sul tema della chiappa parlante.


Questa prospettiva è sempre una delle mie preferite (ricordate le chiappette di Tegan Holcomb?).


E chiudiamo con qualche scatto fortemente sconsigliato per gli ambienti lavorativi, con maiali e maialini brasiliani senza veli. Come sempre, postati in crescendo di dimensioni.


E già il maialino mascherato potrebbe bastare, ma ho in serbo un ultimo scatto.


Si intitola Obscenidade obscena. Non capisco cosa ci sia di osceno...

1 commento:

Ronaldo ha detto...

Obrigado pela pagina, adorei ver meu trabalho aqui divulgado.
Ronaldo Gutierrez

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...