giovedì 25 marzo 2010

La vita da modello di Simon Dexter

Dopo il post dedicato alle quotidiane amenità del buon Simon Dexter, dedico oggi un consistente post alla sua carriera da modello (o presunta tale).


Ricordiamo per inciso che Simon ha un passato nel porno, come modello di Sean Cody (provate un po' a cercarlo con lo pseudonimo di Harley...). Particolare che assumerà rilevanza man mano che scorrerete questo post.
Partiamo da due scatti realizzati da Thomas Synnamon


Certo, non sono male. Ma quel viso lì non comunica grande profondità. È abbastanza ordinario.
Il potenziale di Simon risiede altrove.


Beh, il fisico non è niente male, come dimostrano questi scatti di Kristopher Kelly. Ma questo già lo sapevamo.


Ecco. Qui iniziamo a notare qualcosa di interessante. Stendo un velo pietoso sulla cellulite della modella.
Quel qualcosa ci viene svelato meglio da Paul Reitz.


Incappucciato, ma comunque invitante. Riesce a rendere più intrigante anche il viso.


Chiappe carucce. Preferisco comunque il lato frontale. Sia detto per inciso, Simon ha dichiarato che d'estate ama andarsene in giro senza mutande.


Tuttavia nessuno come Rick Day è riuscito a catturare la maialitudine del nostro Simon. In ben due occasioni. Questa la più recente, con due soli scatti.


Quest'altro, tratto dal libro Players, è invece il miglior servizio che vede Simon come protagonista. Diciamo che tutte le sue impressionanti doti sono messe bene in evidenza.


Sarà pure un filo barzotto, ma la sostanza c'è.


Ecco spiegato il passato da pornoattore. Tutto torna.
Per dovere di cronaca, da un'accurata analisi delle sue interpretazioni, Simon pare versatile.


2 commenti:

Prince B ha detto...

Col cappuccio mi fa impressione! Molto meglio senza. Anche se sembra così grosso perché se lo smanetta, lo sporcaccione.
Lo sa che si diventa ciechi?

martinionthesea ha detto...

Simon Dexter è "esagereato" in tutto, in Players è da urlo, e sebbene a riposo la sua metà inferiore possa sembrare ordinaria, quando il testosterone abbonda ispira pensieri molto poco virtuosi, e alla strana piattezza della nuca risponde con rotondità posteriori esaltate dal fisico asciutto. E spiace che abbia (si spera temporaneamente) abbandonato la sua carriera parallela da "gay-4-pay" con lo pseudonimo di Harvey, tanto generoso nel dare quanto nel ricevere.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...