giovedì 21 gennaio 2010

David Costa ovvero quanto di più prossimo alla perfezione abbia visto ultimamente

Primo post fotografico dedicato a un modello poco conosciuto, da me scovato casualmente nei miei cazzeggi internettiani: David Costa, baldo venticinquenne in arrivo dalla vicina Francia (pare viva a Dijon), sebbene il suo vero cognome (Habanero) riveli origine latine (beh, non era difficile notarle...).



Questi scatti sono stati realizzati da Dylan Rosser (fotografo di cui sentirete parlare ancora su questo blog) per il suo libro Red.




Ora. Io non so che effetto facciano a voi, ma per me quelle chiappe sono meglio di una scultura di Michelangelo...




Non che il resto sia da meno, comunque... Peccato giusto per l'inquadratura a filo-pube, che non ci permette di svelare tutti i segreti del buon David. Anche se, a occhio e croce, scommetterei che promette molto bene.


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...